Training Autogeno




È una tecnica di rilassamento attraverso il quale è possibile raggiungere uno stato di distensione e di calma che permette il miglioramento delle proprie prestazioni (fisiche, sportive, lavorative, ecc...). Il training autogeno può essere un utile aiuto anche nei casi di disturbi del sonno e nei disturbi psicovegetativi in generale (difficoltà di digestione, tachicardia, difficoltà respiratorie di origine ansiosa ecc...). Per capire il significato della denominazione “Training Autogeno” basta analizzare le due parole che la compongono: Training = formazione, addestramento, esercizio, tirocinio, allenamento; Autogeno = autogenerare, che si genera da sé. Praticando il Training Autogeno si genera, per l’appunto, quella che viene indicata come la commutazione autogena, uno stato che va oltre il semplice rilassamento e cioè un globale miglioramento psicofisico della persona. Prendendo in considerazione come estremi opposti lo stato di rilassamento e di veglia, il T.A. produce detta commutazione con esercizi mirati. Il Training Autogeno può essere – salvo rare eccezioni – praticato da chiunque e può servire quando si voglia ottenere un miglioramento nelle funzioni motorie, cardiovascolari (anche le periferiche), gastrointestinali e pressorie, nonché un più alto livello di benessere psico-fisico combattendo, ad esempio, la facile irritabilità, la stanchezza fisica, l’insonnia, i vari tipi di ansia, l’insicurezza.