Dott.ssa Arianna Di Natale

La psicoterapia online funziona? Un adattamento in emergenza, possibilità future

Condividi su: Facebook Twitter

Durante l’emergenza Covid-19 i percorsi di psicoterapia invece di interrompersi sono proseguiti con una psicoterapia a distanza, in modalità SKYPE o videochiamata watshapp, modalità che offrono l’opportunità di parlarsi e vedersi. Certo, l’ideale, anzi la norma, in ogni forma di psicoterapia, è quella di svolgere sessioni in cui le due persone si incontrano face-to-face, però piuttosto che interrompere per un tempo indefinito la psicoterapia è preferibile adattarsi e utilizzare le possibilità offerte dalla tecnologia. La modalità a distanza non viene improvvisata ora in conseguenza di quello che è successo, ma è da anni oggetto di studio e di specifiche linee guida. Nelle prestazioni a distanza, valgono gli stessi adempimenti necessari per le prestazioni tradizionali, come il consenso al trattamento psicologico, il consenso al trattamento dei dati personali, il consenso di entrambi i genitori per poter effettuare prestazioni a minorenni, il rispetto del Codice Deontologico.


Sane abitudini e regole da seguire nella terapia on line

E’ molto importante come la terapia in studio che la terapia on line avvenga in un setting (contesto) specifico. Con questa parola indichiamo aspetti visibili della terapia quali strumenti e il modello teorico; durata e frequenza della terapia; il luogo in cui si svolgono le terapie, la personalità del paziente e del terapeuta ben circoscritti e percepibili nell’ambito di una terapia in studio (fisica), sono più difficili da cogliere nell’ambito di una terapia online, ma altrettanto importanti. Alla luce di ciò alcune linee guida pratiche:
1) definire un ambiente nella casa che sia sempre lo stesso per le sedute e che possa garantire riservatezza e tranquillità;
2) valutare la posizione in casa dove la connessione è più stabile;
3) alla stregua della seduta in studio, prima della seduta on line è auspicabile prendersi un po’ di tempo per raccogliere le idee e trovare la giusta concentrazione;
4) creare una routine prima di iniziare una seduta on line (es. scegliere un abbigliamento, bere un caffè ecc.);
5) prendersi alcuni minuti di riflessione dopo la fine della seduta on line.

Consulenza, sostegno, psicoterapia che gran confusione!
Anche con i servizi a distanza dobbiamo tenere in considerazione le differenze tra consulenza psicologica, sostegno psicologico e psicoterapia. La consulenza psicologica è un parere professionale che lo psicologo restituisce a chi gli si rivolge per un problema specifico o un momento di crisi. Si esaurisce in pochi incontri non terapeutici. Il sostegno psicologico è un percorso in genere più lungo della consulenza, in cui lo psicologo supporta la persona agendo sui suoi punti di forza per raggiungere o recuperare uno stato di benessere. La psicoterapia è invece il vero e proprio trattamento di un disturbo e/o un percorso che mira a una crescita personale e a un benessere psicologico che richiede più tempo e un lavoro più approfondito.

Quali sono i vantaggi di una consulenza/psicoterapia On line?
- Permette di superare ostacoli della presenza in studio e il collegamento digitale è sempre più fruibile: con l’evoluzione tecnologica abbiamo assistito ad una disponibilità di supporti altamente tecnologici in grado di realizzare un rapido e semplice accesso alla rete internet. Ciò garantisce assistenza alle persone con mobilità limitata (a causa di disabilità ad esempio) ed è uno strumento sicuro e accessibile in situazioni di emergenza;

- è meno impegnativa economicamente i quanto vengono abbattuti i tempi e i costi degli spostamenti;
- È utile come primo passo per individuare l’intervento più adatto e permette di migliorare l’integrazione di diversi servizi o di fare da ponte in periodi critici di attesa per l’avvio di un trattamento;
- Rimangono invariate le misure a garanzia del rispetto di privacy e riservatezza del paziente.. Il terapeuta garantisce il rispetto degli standard di riservatezza e i dati sensibili vengono custoditi utilizzando le medesime modalità delle terapie fisiche, nel rispetto del “Codice Deontologico degli Psicologi italiani”, l’attuale Regolamento europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation) e il D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (Testo unico in materia di protezione dei dati personali).

Quali sono i limiti e svantaggi della psicoterapia On line?
La modalità a distanza ha però anche dei limiti, aspetti che devono inevitabilmente essere tenuti in considerazione al momento della scelta.

- Incompatibile con alcune forme di disagio: la modalità a distanza non è adatta per tutti i pazienti e tutte le problematiche. E’ sconsigliabile per patologie gravi (es. psicosi) , in caso di ideazione suicidaria. In alcuni disturbi es. ansia sociale il mezzo digitale potrebbe diventare un mezzo di evitamento che rinforza il disturbo.

- Alleanza terapeutica. L’incontro “virtuale” limita la possibilità di favorire un adeguato rapporto terapeutico e l’efficacia stessa della terapia; vengono a mancare elementi come l’incontro fisico, il confronto, l’interazione, la gestione del tempio, e tanto altro che la terapia a distanza non può offrire;
- ambiente domestico non riservato. Non tutti potrebbero disporre di un ambiente confortevole e riservato, tale da garantire uno svolgimento delle sessioni di terapia nel rispetto della privacy;
- connessione e disponibilità di mezzi digitali. Nonostante la tecnologia abbia avuto una diffusione esponenziale, numerose aree geografiche non è disponibile un’adeguata connessione internet, non tutti dispongono di smartphone con disponibilità per le video chiamate.
- Maggiore rischio di incappare in terapeuti senza adeguati titoli, preparazione e competenza.

Ma la psicoterapia on line è efficace?
La psicoterapia a distanza e la consulenza psicologica online non sono nuove in Italia, sono ampiamente conosciute a livello internazionale, e sono state oggetto di numerose ricerche e studi – vedi le linee guida della American Psychological Association, confermano l’efficacia delle prestazioni psicologiche a distanza. In una metanalisi condotta nel 2007 per un totale di 9764 pazienti che avevano seguito trattamenti on line l’efficacia riportata dai pazienti risulta essere similare a quella dei pazienti seguiti in studio. Inoltre negli ultimi vent’anni sono stati condotti diversi studi negli Stati Uniti i cui risultati hanno mostrato che nella maggior parte dei casi la terapia online è una valida alternativa a quella di persona e che le due sono paragonabili sia sul piano della soddisfazione del paziente che negli effetti a lungo termine.


Cambiamento, resilienza, opportunità future della psicoterapia on line

Inizialmente una consulenza o psicoterapia online può sembrare strana, ma come per molte cose si tratta solo di abituarsi ad un nuovo strumento. In un mondo che cambia dobbiamo creare nuove abitudini per occuparci di lavoro, famiglia, scuola, benessere. Ogni cambiamento seppur faticoso e difficile, in alcuni momenti è necessario e ci porta a dover sviluppare resilienza. La resilienza è molto diversa dalla forza, è più vicina alla capacità di adattamento, di flessibilità e di trasformazione .

Quindi, sicuramente laddove possibile e laddove la persona preferisca fare terapia vis a vis potrebbe essere la scelta ottimale, ma laddove le condizioni non ci permettano di farlo è utile cambiare prospetti va e cogliere il meglio della situazione Adattamento, flessibilità e trasformazione che assecondano il cambiamento sono sicuramente vincenti nell’affrontare delle limitazioni e la psicoterapia non fa eccezione!